Moreover, you can buy Viagra from online pharmacies with the click of a mouse in the privacy of your home. buy generic viagra online According to health experts, psychological factors such as stress, anxiety, guilt, depression, low self-esteem, and fear of sexual failure cause up to 20% of cases. buy generic viagra online There are also many online orders for Viagra delivery around the world. In fact, if Viagra is something you want to buy, all you need to do is check the ‘bulk mail' folder of your email program chances are someone has been filling it with Viagra deals for a long time now. buy viagra 911 scams

 
Pubblicità

Donazione

Aiuta FisiOnLine a rimanere libero, gratuito e indipendente. Sostieni il progetto con una donazione libera!

Importo: 

Iscrizione per le Aree Riservate



Pubblicità


La posizione dell'UGL Sanità  in merito all'abrogazione dell'art. 1 Septies PDF Stampa E-mail
Sabato 27 Febbraio 2010 23:20

logo_ugl

 

La posizione dell'UGL Sanità  in merito all'abrogazione dell'art. 1 Septies

AUDIZIONE CAMERA DEI DEPUTATI DEL 23 GIUGNO 2009
ABROGAZIONE ART. 1  SEPTIES LEGGE 3 FEBBRAIO 2006, N. 27


La Ugl Sanità  coerentemente con quanto affermato e rappresentato da anni a tutti i livelli Istituzionali, con quanto sottoscritto insieme alle Associazioni di categoria e degli utenti nel Manifesto "No all'equipollenza" e con lo sciopero nazionale specifico che l'ha vista partecipe a fianco dell'AIFI (Associazione Italiana Fisioterapisti) il 21 marzo 2006, ribadisce la richiesta di una rapida conclusione dell'iter parlamentare dell'Atto della Camera 2131 di abrogazione dell'articolo 1-septies come già  avvenuto al Senato nonchè il blocco degli effetti dell'emanato decreto interministeriale applicativo della norma in oggetto.
Questo perchè:
in un epoca in cui in sanità  si parla di appropriatezza, efficacia ed efficienza delle prestazioni; di audit e rischio clinico; di accreditamento strutturale e professionale e soprattutto in un momento in cui lo stesso Ministero della Salute ha provveduto ad istituire solo alcune settimane fa, un tavolo nazionale specifico che tracci le linee di definizione per valutare l'appropriatezza delle prestazioni riabilitative chiedendo sempre più, come è giusto che si faccia, una validazione scientifica a questa importante branca della medicina è semplicemente assurdo che si continui a paventare la possibilità di assimilare i curricula formativi dei laureati in scienze motorie e dei laureati in fisioterapia considerando i diversi iter preposti alla formazione della professione.
E' fondamentale che si tenga presente il diverso percorso culturale delle due professionalità, le innumerevoli ore di tirocinio svolte nei reparti ospedalieri da parte dei laureati in fisioterapia a stretto contatto con colleghi esperti e secondo precisi iter formativi clinici conseguenti ad un apprendimento teorico necessari per "sapere" e  "saper fare". Tutto questo affinchè le "core competence" del fisioterapista siano ad esclusivo vantaggio di tutta quella particolare e delicata utenza che si rivolge ai servizi riabilitativi.
Inoltre, non meno importante da tener presente è tutta la notevole ed importantissima produzione normativa che negli ultimi anni ha avuto la professione del fisioterapista a garanzia dell'utenza (decreto 741/94; 42/99; 43/2006 e 251/2000) sulla quale la Ugl Sanità  invita tutti ad una attenta riflessione e, anzi, a velocizzare se possibile anche l'iter di approvazione della legge sull'Ordine Professionale.
Codesta O.S. chiede a questo ramo del Parlamento che non ci si soffermi pericolosamente solo al termine "esercizio fisico" perchè la fisioterapia, la riabilitazione non sono questo o almeno solo questo. E' necessario conoscere le metodiche riabilitative, le patologie d'interesse, le tecnologie e quant'altro si apprende in tre anni di corso di laurea per erogare prestazioni di riabilitazione ed offrire un sevizio ai cittadini sicuro e professionale che metta al riparo il SSN anche da costi eccessivi di inefficacia ed inappropriatezza.
Per quanto concerne i laureati in scienze motorie, la Ugl Sanità  propone al pari di tutti gli altri laureati, dopo regolare test di ammissione, un percorso di riconoscimento crediti esattamente come deve essere permesso ai laureati in fisioterapia che volessero intraprendere il percorso di studi di scienze motorie, mentre ritiene fondamentale per aumentare le possibilità  occupazionali, ampliare gli spazi per i laureati in scienze motorie nella scuola, atteso che l'insegnamento dell'educazione fisica può rappresentare la risposta più opportuna ad una esigenza reale e, perchè no, un impegno Istituzionale a prevedere una attenta verifica dell'attuale situazione delle palestre private in Italia la cui legislazione in materia e controllo sembrano carenti e che sarebbe opportuno vedessero la presenza di questi professionisti piuttosto che di improvvisatori e manovali dell'attività  fisica e sportiva. Grazie.

Roma, 23 giugno 2009

Il Segretario Nazionale
Francesco Paolo Capone

Il Dirigente Nazionale
Giacomo Francesco Forte


Ultimo aggiornamento Lunedì 07 Marzo 2011 12:26
 

Possono inserire commenti solo gli utenti registrati

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS ist valide!

free sex teen videos free teen adult movies free teen porn videos free teen gay videos free teen gay movies free teen sex videos free teen adult movies free teen sex movies free teen porn videos free teen porn movies free teen porn stars videos shemale tranny teen porm free piss teen porn videos buy viagra online buy viagra online buy viagra online 911scams.com